Sconti Subito

Occhiali appannati? 5 consigli per evitare l’appannamento quando si indossa la mascherina

Negli ultimi mesi siamo stati messi alla prova di eventi molto importanti, che hanno cambiato le nostre abitudini quotidiane: Nuovi DPCM, raccomandazioni e disposizioni del governo hanno cavalcato un tam tam mediatico che ci rende più sensibili e fragili.

Nei primi tempi vivevo la mascherina come una restrizione: mi sentivo imbavagliata e non potevo mostrare il mio volto e le mie espressioni alle persone. E’ li che ho capito che la comunicazione si veicola, oltre al suono, anche attraverso le mimiche facciali e i labiali.

Come se non bastasse, anche gli occhiali si appannavano, costringendomi a riposizionare in continuazione la mascherina. È un fenomeno davvero fastidioso e chi li porta lo sa bene: cambiare ambiente passando da luoghi aperti a luoghi chiusi, con conseguente cambio brusco di temperature; aprire la lavastoviglie, sudare o bere un tè caldo. 

Tutti questi simpatici fenomeni, grazie alla mascherina, vengono amplificati.

Poi ho cercato su internet e ho trovato alcune soluzioni interessanti su varie fonti, che per tua praticità illustrerò all’interno di questo articolo.

Primo consiglio - Scegli la misura corretta

Quando acquisti un pacco di mascherine, scegli sempre la misura corretta del tuo volto: infatti deve adattarsi nel modo più naturale, senza essere troppo stretta, nè troppo lenta.

Una mascherina troppo lenta, infatti, lascia passare il respiro anche nella parte superiore inducendo gli occhiali all’appannamento. Quando invece è troppo stretta, il comfort va a farsi benedire!

È molto importante, inoltre, che il ferretto regolabile all’altezza del naso sia il più malleabile possibile, ma allo stesso tempo mantenga la forma del tuo viso per rendere la mascherina aderente nei sui punti superiori.

È molto importante utilizzare sempre mascherine Fp2 e Fp3, che danno una protezione completa per quanto riguarda l’emissione di goccioline di condensa. 

A volte è possibile indossare anche mascherine fai da te, che mi sento di sconsigliare, non essendo omologate. è possibile farlo solo in luoghi aperti e in generale in luoghi dal rischio basso.

Secondo Consiglio: Usare uno spray antiappannamento per occhiali

Gli spray antiappannamento rappresentano un’altra variabile da poter prendere in considerazione: vengono utilizzati infatti da ciclisti, nuotatori, sub e sciatori per facilitare la visibilità ed evitare che la vita si appanni. Piccolo consiglio: come pulire gli occhiali nel modo corretto Cose da NON fare ❌ Pulire gli occhiali con i propri indumenti: le maglie possono graffiare la superficie delle lenti; ❌ inumidire le lenti con la propria saliva; ❌ Utilizzare detersivi aggressivi, come quelli per la pulizia dei vetri e multisuperficie: lo strato antiriflesso degli occhiali potrebbe essere portato via da questi detergenti; ❌ Utilizzare tovaglioli, carta igienica o fazzoletti, perché possono erodere le lenti; ❌ Utilizzare paste abrasive di ogni genere per tentare di rimuovere i graffi.

Terzo Consiglio: Utilizzare un panno in microfibra specifico antiappannamento

Esistono in commercio alcuni panni specifici in microfibra imbevuti di una sostanza antiappannante che eseguono una pulizia profonda delle superfici senza graffiare o erodere la superficie. Sono la soluzione indicata specialmente in questo periodo, dove la mascherina va a moltiplicare i fastidiosi effetti del vapore acqueo sugli occhiali.

Quarto Consiglio: L’uso della schiuma da barba o del sapone

Questi due prodotti di largo consumo sono una soluzione a breve termine per proteggere i propri occhiali.

Come si utilizza il sapone? Te lo spiego subito:

si preleva una noce di sapone e si crea una “X” sulle lenti;

si distribuisce il sapone su tutta la superficie con un panno in microfibra fino a formare uno strato invisibile che impedisce alla lente di appannarsi

E la schiuma da barba invece?

La schiuma da barba è davvero un portento!

Si applica una piccola quantità di schiuma sulla lente;

si strofina per qualche secondo senza fare troppa pressione;

si risciacqua sotto acqua tiepida.

Con quest’ultimo metodo ho notato che le lenti durano molto più a lungo senza appannarsi: provare per credere!

Quinto Consiglio: le lenti a contatto!

Si, è la soluzione che elimina qualsiasi fastidio! Ovviamente non tutti le sopportano e, per chi come me è spesso davanti al computer, vanno accompagnate da abbondanti quantità di lozioni saline per mantenere l’occhio sempre idratato.

Bah, spero che questi 5 consigli siano stati utili e possano portarti a scegliere la strada migliore per combattere l’appannamento che, ahimé, durerà ancora per qualche mese.

Potrebbero Interessarti